Oli essenziali e bambini, che benefici si ottengono e quali scegliere

Prendersi cura dei propri bambini è una necessità che ci spinge a cercare soluzioni migliori per la loro salute. La possibilità di sostenerli attraverso rimedi naturali e poco invasivi è una scelta sempre più condivisa e per la quale la curiosità dei genitori sta crescendo notevolmente.

Ma come si fa ad essere sicuri che prodotti naturali come, ad esempio, gli oli essenziali possano andare bene anche per i propri figli?

Per esserne sicuri è fondamentale innanzitutto consultare degli esperti.

Il binomio tra gli oli essenziali e i bambini è infatti particolarmente funzionante. Le proprietà di questi estratti, infatti, sono molto potenti nella protezione del sistema immunitario dei più piccoli e nella gestione positiva delle loro emozioni.

Il ricorso a queste essenze profumate, inoltre, è anche facile da sottoporre ai bambini nel loro utilizzo: giocare con gli odori delle diverse essenze è un’attività che li coinvolge facilmente e che li aiuta nelle decisioni, nell’apprendimento e nell’esercizio della cura di sé. Importante, però, che l’adulto sia sempre presente a gestire questo uso e a calibrarlo sulla base delle esigenze fisiche e psicologiche di ogni singolo bambino.

Il sito web di Oli&Aromi offre alcune letture utili per approfondire l’argomento sugli oli essenziali e bambini e condivide le indicazioni fondamentali per vivere bene questa esperienza. Ma non va dimenticato che, anche se le conferme sull’efficacia degli oli essenziali siano molteplici e comprovate scientificamente, è sempre necessario rivolgersi al pediatra prima di utilizzarli con i propri figli.

Quali oli essenziali scegliere per i più piccoli

Gli oli essenziali vanno scelti in funzione dei benefici che si vogliono ottenere. Gli oli puri e certificati di Lavanda, Limone e Camomilla, ad esempio, sono particolarmente utili per alleviare i raffreddori e le infezioni alle vie respiratorie.

Ma anche altri oli come l’Ylang Ylang, l’Arancio, il Mandarino, il Geranio e il Sandalo, sono molto utilizzati coi bambini e spesso diluiti con oli vettori come quello di Oliva o di Cocco, che impediscono eventuali reazioni cutanee dovute alla potenza degli stessi oli sulla pelle.

Oli essenziali sconsigliati prima dei tre anni

Ci sono alcuni oli essenziali che è bene non utilizzare con i più piccoli prima dei tre anni di età. Le loro proprietà, infatti, sono particolarmente forti e rischiano di essere dannose per l’apparato respiratorio dei bambini.

Tra i principali vanno ricordati l’olio di Eucalipto, di Menta Piperita e di Rosmarino, oltre alle varie miscele respiratorie utilizzate per gli adulti o per bambini di età superiore ai tre anni.

Prendersi cura dei propri figli è una responsabilità importante che va portata avanti nel modo migliore, con impegno e con soluzioni sane, a misura dei piccoli.

La natura offre tutto quello che ci serve per vivere meglio e bene. Conoscere i suoi rimedi e informarci su come utilizzarli è un primo passo avanti per salvaguardare la propria salute e in particolare quella delle persone che amiamo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close